Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

Giorgio Andreato

Giorgio Andreato

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

67 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giorgio Andreato Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

La luna blu

Morte

Giorgio Andreato

Poesia pubblicata il 13/06/2018 | 185 letture

La luna blu
Grande e luminosa come mai
silente luna per il tuo sentiero vai,
da infiniti tempi ci accompagni
aspettando che umane genti
ti rivolgan sguardi e menti.

Dal bordo dell’amato Lago,
alta in ciel di te mi pago,
d’argento rifletton l’onde
e l’anima mia in te si fonde.
Ascolta l’ansia del mio cuore
da’ voce ai miei pensieri
parla al mio amor lontano,
vivo in altre divine sponde.

Ad altri mondi più vicina,
è facile per te l’impresa.
Tu che d’Egitto conosci
le antiche rive, raccontami
d’una tragica notte d’estate,
nel solstizio della stagion d’amore,
quando rossa di fuoco nel fulgore
cogliesti il fior d’una breve vita,
l’angoscia del suo grido
il suo ultimo sguardo,
tutto il suo dolore!

Oh luna blu
che in tutte le sue notti c’eri,
raccontami dei suoi sogni,
svelami i suoi pensieri!
Nei miei ricordi brillano
ancor i suoi occhi fieri,
raggi di stelle, assolate spiagge,
tramonti dorati e il blu del mare,
desideri di prati fioriti,
verdi sponde dove riposare!

Notturna compagna,
che su queste serene rive,
di luce eterei raggi spargi,
dissipa questa nostalgia,
dille che lei è nell’anima mia,
ricordale il mio abbraccio
e che sempre io l’amo!
Lungo il tuo cammino, silente
mostri l’enigmatico volto,
non vedo l’amor dipinto
non cuor per le altrui pene,
indifferente è il tuo sembiante!

Lentamente volge al tramonto
il chiaror di questa notte triste,
sotto le fronde del salice antico
s’ode solo lo sbatter dell’onde.
D’incanto, sullo specchio increspato,
danza la magia dei tuoi raggi,
riconosco l’amato volto,
vedo il suo dolce sorriso
gioielli di luce nei suoi occhi
melodia risuona la sua voce ...

Oh magica luna, al fin l’inganno
ho ben capito, un piano ben ordito:
il tuo sembiante è il suo volto
i tuoi raggi il suo sorriso
il rumor dell’onde la sua voce ...

...Il dolore è la mia croce!

Nota dell'autore:

«In ricordo della morte di mia figlia Rani... in una notte di giugno del solstizio d’estate, in Egitto è stato colto il fiore della sua giovinezza, mentre alta nel cielo nel suo pieno fulgore di luce splendeva \\\"La Luna Blu\\\".»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giorgio AndreatoPrecedente di Giorgio Andreato >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Nuovi autori:

Autori piu' pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: