Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

Stefano Panozzo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

    La sua poesia più letta:

  • Sei te

Pubblica in…

Ha una biografia…

Stefano Panozzo Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

Ge

Riflessioni

Stefano Panozzo

Poesia pubblicata il 15/10/2018 | 87 letture

Mi sarei preso cura della passione,
dei sentimenti che non si lasciano andare.
Avrei potuto credere nelle foglie mosse dal vento,
e le gonne,
leggere e lievi come onde del mare,
inseguendo il frutto che lascia cadere semi,
che sanno germogliare sulla terra nuda,
al di qua del verbo voglio
e al di là di un orgoglio, terra forte,
aspra e cruda.
Ho cercato occhi non ancora tramontati,
fatti per schiudere le labbra al mattino,
e sussurrare un nome che non se ne vuole andare,
nascosto dentro a una fatica, accanto al cuore
che si perde in una vita nei ricordi "Favorita".
Resta il sorriso, la gioia e il sentimento,
non quel che detta trama scritta,
ma quello sentito e che se piove, dista
più di quanto la mente allieta a vista.
Tutta te, fuorché casuale
tra fili d’erbe e un fusto che con innesto sale,
reso floreale dalle radici del tuo giardino,
se ascolti e impari cresce, nel sorriso del mattino.
E ben sperato il momento sale,
di grazia e profonda vita del cuore tuo mi sprona,
la gioia e la letizia, lo sguardo e la malizia
che negli occhi tuoi ancor risuona,
come vento a primavera, che nel cuor
non m’abbandona e nell’anima conservo la ragione,
mi sarei preso cura di te e la tua passione.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Stefano PanozzoPrecedente di Stefano Panozzo >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Nuovi autori:

Autori piu' pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: