Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

Stefano Panozzo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

    La sua poesia più letta:

  • Sei te

Pubblica in…

Ha una biografia…

Stefano Panozzo Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

Caccia alle streghe

Ribellione

Stefano Panozzo

Poesia pubblicata il 04/11/2018 | 57 letture

Ho parole in quarantena,
parole per te proibite,
dove tutto ciò che vedi ha un nome.
No, non parlo delle stelle,
ma delle piaghe che feriscono la pelle.
Ho parole scalze,
non vanno mai al passo, mai di moda
e cammino, cammino
e ho camminato sopra sassi,
aguzzi di dolore, cogliendo i petali di un fiore,
caduti dal pistillo ed uno stelo,
tenuto ancor tra le dita tue di dama,
sotto un cielo che tracciava le distanze,
che univano il mio cuore alla tua mente,
ma non si ama inutilmente.
Ho il sapore dei sorrisi e le tue mani,
a modellare con sapienza la mia vita,
nella via,
diretta sia ma senza agio,
a passar in una cruna lentamente,
per cucir le mie parole
e dare un senso ancor compiuto,
che non avesse il sapor di un ultimo saluto
o una triste festa a tema
dove fare solamente la mia parte
e poca scena con contorno,
il mio unico teorema ed un perché,
io non ritorno a muti passi,
aspettando le promesse di un amor di baci e stenti,
ma solidi sgomenti e la terra trema,
tramando rabbia tra le ferite,
di parole dette a fiati e a te broibite .
Non è mai stato un invito a cena,
ma parole messe al rogo, in quarantena.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Stefano PanozzoPrecedente di Stefano Panozzo >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Nuovi autori:

Autori piu' pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: