Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

Ausilia Giordano

Ausilia Giordano

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

367 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha un blog…

Leggi il blog personale di questo autore!

Ha una biografia…

Ausilia Giordano Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Festa del Papà
Autori Vari
Poesie per celebrare la Festa del Papà
Pagine: 34 - Anno: 2008
ISBN:


Festa delle Donne 2009
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia
Pagine: 50 - Anno: 2009
ISBN:


San Valentino 2009
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino
Pagine: 68 - Anno: 2009
ISBN:


Festa delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia
Pagine: 107 - Anno: 2010
ISBN:





Poesie più recenti
nel sito:

La medglia (Auschwitz)

Sociale

Ausilia Giordano

Poesia pubblicata il 27/01/2019 | 269 letture

La medaglia c’è.

Sei tu che all’appello manchi.
Ogni giorno è per tutti la convocazione.
E la tua presenza all’appello non risponde.

Dove sei?

Perché possa io correrti incontro
e per nome Fratello chiamarti
e nel mio abbraccio e nel mio calore
dal torpore che dentro ti opprime, liberarti.

Ma non rispondi.

Cercherò ovunque il tuo volto e il tuo nome,
meravigliosi come lo sgorgare
dell’acqua del ruscello sui monti.

Ad Auschwitz è tutto un deserto.

Alla Storia farò ricorso,
e chiederò senza sosta indagando,
e lì, dove sarai, sarò io a portarti soccorso,
sopra il petto attaccandoti
la medaglia della Fratellanza.

Mi narran che lì fili spinati t’impedirono il passo,
che da nessun fraterno fuoco
le tue pazienti membra furon riscaldate,
che gravoso oltraggio e durezza somma,
solo per ostilità profonda ti furon riservati.

Inumano oscuro odio ti privò di dignità e amore.

Per le tue estreme penitenze nessuno pianse,
nè lacrime ti furono asciugate,
né da alcuno ti fu chiesto perdono.
Tu immobile, lì, in perenne attesa
di un gesto maestoso di misericordia.

Ma ad Auschwtz nessuno venne per fartene dono.

Una medaglia dal mio cuore ora ti perviene,
in garanzia di un fraterno amore immenso,
che dentro mi scoppia e ti attende,
chiedendoti sempre: "Dove sei"?
La medglia (Auschwitz)

Nota dell'autore:

«Per non dimenticare mai le infinite sofferenze programmate e attivate per odio razziale su persone innocenti e nostri fratelli.»

 
<< Successiva
<< Successiva di Ausilia GiordanoPrecedente di Ausilia Giordano >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: