Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

StefanoToni

Ha scritto anche…

StefanoToni non ha pubblicato altre poesie.

Pubblica in…




Poesie più recenti
nel sito:

Senza titolo

Sociale

StefanoToni

Poesia pubblicata il 12/04/2019 | 141 letture

In un paese bello e dissennato
c’è un ragazzo dal talento inesploso
con progetti sul futuro tanto belli
quanto difficili da realizzare.

Di persone come lui è pieno il mondo
marinaio disperato alla ricerca di una bussola
quando sta per raggiungerla una folata di maestrale
l’allontana e si ripete il girovagare.

Marco non lo sa cosa fare
pensa sì, lo blocca un no, si aggiunge sempre un ma, però
Marco non lo sa dove andare
terra promessa cercherà, chissà quando arriverà?

In un sistema cinico e brutale
di cultura spazzatura, nessun ideale
i ragazzi di oggi si istruiscono
gettando i libri quando gli studi finiscono.

L’importante è finire il programma,
sfogliare pagine senza guardare i giovani
ignorando desideri, aspettative
c’è poco tempo, il libro è da concludere.

Tanti Marco non vogliono farsi corrompere
hanno progetti per cambiare la situazione
il sistema ha un lucchetto difficile da spezzare
l’istinto è rassegnarsi e da tutto ciò scappare.

Marco non lo sa cosa fare
pensa sì, lo blocca un no, si aggiunge sempre un ma, però
Marco non lo sa dove andare
terra promessa cercherà, chissà quando arriverà.

Marco non chiede tanto: salute e felicità,
che spesso non fa rima con precarietà,
dei Marco ai palazzi del potere non importa
vendono illusioni e in continuazione mentono.

Desiderio di aiutare la nazione
pagando le tasse e lavorando con dedizione
ma la ragione lo tormenta e gli suggerisce:
«Vattene a gambe levate, la barca sta affondando».

Marco non lo sa cosa fare
pensa sì, lo blocca un no, si aggiunge sempre un ma, però
Marco non lo sa dove andare
terra promessa cercherà, chissà quando arriverà.

Come a luglio in un campo regna il cicalare
rumoroso, incessante e costante
e ogni altro suono rispetto a quello è un istante
risucchiato dagli animali instancabili

così la voce di Marco è ignorata
e la situazione resterà immutata.
Queste rime saranno presto dimenticate
in questa lunga maledetta estate.

Nota dell'autore:

«eventuali nomi sono da considerarsi di fantasia»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: