Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

2184 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

Quell’incubo mi ha portato fortuna

Amore

sergio garbellini

Poesia pubblicata il 15/10/2020 | 118 letture

Mi son svegliato assai disorientato,
stanotte ho vissuto un’avventura
in sogno, molto brutta, spaventosa,
un incubo ... da mettere paura!

Mi sento ancora scosso, sto tremando,
adesso m’alzo, vado a passeggiare
sul mio balcone, un poco d’aria fresca
...m’aiuterà così a sollevare

il mio morale alquanto sbigottito!
Appena spalancata la finestra
che s’apre sul lunghissimo balcone
ho visto leggermente sulla destra

un fiore di ragazza affascinante.
In quella casa c’erano due anziani
che sono deceduti in breve tempo,
sentivo che cambiavano i miei piani ...,

perché lei mi guardava sbalordita ...,
ho subito sorriso sul momento,
però non m’ero accorto ch’ero nudo!
Son subito rientrato e lo sgomento

è stato tanto, colpa di quel sogno
che in verità m’ha scosso enormemente,
mi son vestito, ho scritto su d’un foglio,
a guisa di cartello contingente

e l’ho mostrato a lei per chieder scusa!
S’è fatta una simpatica risata,
facendomi capire d’aspettare ...,
infatti è prontamente rientrata

e poco dopo ha scritto molto in grande
il numero del proprio cellulare,
l’ho subito chiamata e m’ha risposto:
“Mi chiamo Sonia, stiamo a sistemare

i mobili, il vestiario e tutto il resto,
noi siamo una socievole famiglia,
ci siamo trasferiti per lavoro
ed io li aiuto, son la loro figlia,

ma parlami di te, come ti chiami?”
Le ho risposto: “Scusa, puoi uscire?
La macchina sta accanto al mio portone,
al cellular non ci possiamo dire

le cose personali, meglio stare
lontano dallo sguardo della gente,
entrambi ci parliamo da lontano
non è un modo molto conveniente! ”

Lei m’ha risposto: “Mi potrò fidare
d’un tipo visto nudo sul balcone?”
Ma poi m’ha fatto cenno con la testa,
col dito ha indicato il mio portone.

...E’ scesa con una abito attillato
dal quale traspariva ogni fattezza,
appena entrata in macchina ha sorriso,
captavo il suo profumo, che dolcezza!

Ed una volta giunti in riva al mare
ho detto: “Sono Alberto, impiegato,
lavoro in un’azienda di computer,
non son né fidanzato, né sposato!

Per caso sei impegnata con qualcuno?”
Ha replicato: “Nubile incallita,
mi sono laureata da 3 anni,
ma son disoccupata ed avvilita!

Mio padre adesso è stato trasferito,
è il direttore della Banca in piazza ...,
ma parlami di te, io son curiosa! ”
Ho subito risposto alla ragazza:

“Stanotte ho avuto un incubo tremendo
che m’ha lasciato teso ed agitato,
ti chiedo scusa se m’hai visto nudo,
ma ero veramente frastornato! ”

Ha ribattuto: “Ti sei già scusato,
son incubi che fanno delirare ...! ”
E poi ha aggiunto sorridendo a lungo:
“Se non t’offendi, ... ti vorrei baciare! ”

Nota dell'autore:

«Un incontro improvviso con una ragazza che ha capito il mio stato d’animo dopo aver subito un incubo in pieno sonno. La fortuna ha voluto premiarmi facendomi uscire nudo sul balcone in pieno stato confusionale, e la ragazza mi è apparsa come una visione da non lasciarmi riflettere sul fatto ch’ero nudo sul balcone, una scena ... oscena che è stata recepita dalla ragazza in modo tranquillo ed ha replicato con un invito a conoscersi, più bello di così l’amore non poteva essere.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Nuovi autori:

Autori piu' pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: