Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

2177 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

Sotto ai nostri piedi c’è la Terra

Riflessioni

sergio garbellini

Poesia pubblicata il 28/10/2020 | 44 letture

E’ l’Universo vasto e misterioso,
annovera migliaia di pianeti,
ognun dei quali cela al proprio interno
molteplici, galattici segreti.

Satelliti nascosti o conosciuti
che restano tuttora inesplorati
e noi di fronte a tanta meraviglia
restiamo ogniqualvolta affascinati.

Lassù nel cielo, verso l’infinito,
ci son ancora tante cose belle
che noi ignoriamo, ci rimane solo
di contemplar le luci delle stelle.

Il Sole non è l’unico astro biondo,
c’è un altro Sole molto più lontano
scoperto dopo anni di ricerche
da un Osservatorio americano.

Il Sole lo sappiam quant’è importante,
la sua funzione è cosa assai gradita
e senza il suo calore sulla Terra
non ci sarebbe più la nostra vita!

La Luna ci rischiara quanto è notte
e vegeta lassù nel firmamento
da sempre circondata dalle stelle
che fungono da splendido ornamento.

Il cielo è tutto avvolto di mistero
di fronte al qual restiam con gli occhi aperti,
però pian piano scopriranno tutto
...i nostri validissimi esperti.

E’ pien di meraviglie l’infinito,
perch’é tuttora incontaminato,
se l’uomo arriverà a poggiarci il piede
lo renderà violato ed inquinato.

Gli uomini non sanno rispettare
le grandi meraviglie del Creato,
per loro c’è soltanto la conquista
di quel traguardo alquanto complicato.

Nei secoli si son sempre macchiati
di guerre e di conflitti fratricidi,
la loro avidità non ha confini,
...si sporcano d’inutili omicidi.

Gli uomini non sono mai capaci
di trarre insegnamenti dalla vita,
san solo rovinar la nostra Terra
con una indifferenza inaudita!

L’inquinamento ha raggiunto l’aria,
i fiumi, i laghi e persino i mari,
la Terra in questo modo è devastata,
ai figli lasceranno pianti amari!

Ma se non sanno rispettar la Terra
per colpa della loro indifferenza,
perché voler scoprire un altro mondo?
Per soddisfar la loro onnipotenza?

Non siamo che degli esseri mortali,
viviamo sulla Terra senza avere
il minimo riguardo per salvare
il nostro mondo schiavo del potere

che merita davvero gran rispetto,
invece lo si sta martirizzando
di giorno in giorno con violenze al buio,
è veramente un atto miserando!

Cerchiamo di salvar la nostra Terra
che ci ospita con tanta gentilezza,
portandole il rispetto ch’è dovuto
con massima, lodevole fermezza!

Guardiamo ed ammiriamo l’infinito,
però ai nostri piedi c’è quel suolo
che stiamo calpestando in modo inerte
e non vogliam capir che questo è dolo!

Invece di guardare verso l’alto,
guardiamo verso il basso, c’è la Terra
che viene tutti i giorni vilipesa ...
ed è per questo che ... ci fa la guerra!

Nota dell'autore:

«Calpestiamo la nostra amata Terra dalla mattina alla sera senza mai guardare dove poggiamo i piedi. Lei se ne sta impassibile ad aspettare un segnale di rispetto che purtroppo non arriva mai e noi continuiamo a mancarle di rispetto inquinandola, bruciando le coltivazioni, ecc. ecc. senza mai fermarci un solo attimo a fare un’attenta riflessione sull’importanza della nostra Terra. Siamo degli egoisti, mai un senso di ringraziamento, mentre Lei ci ospita gratuitamente senza aspettarsi un minimo gesto di gentilezza, ma è nostro dovere rispettarla.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Nuovi autori:

Autori piu' pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: