Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

2226 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

Quella ladra di Piazza San Pietro

Fantasia

sergio garbellini

Poesia pubblicata il 12/11/2020 | 83 letture

Il Papa era affacciato alla finestra
e benediva i suoi fedeli in piazza,
io stavo tra la folla, sulla destra,
ed applaudivo ... quando una ragazza

m’ha preso il portafogli dal borsello
che tenevo a tracollo ed è scappata ...,
l’ho subito rincorsa in modo snello,
spingendo tra la folla radunata,

finché in prossimità del colonnato
l’ho presa per un braccio con violenza ...,
s’è vista persa e m’ha riconsegnato
il portafogli, e, poi, con insolenza

m’ha detto: “Lascia il braccio, oppure grido
e crederanno che vuoi violentarmi,
così non capiranno ch’è un disguido
e tantomeno potrai denunciarmi! ”

Pensava compiaciuta d’aver vinto!
Ma io non ho lasciato mai il suo braccio,
perché ho seguito sempre il mio istinto!
Con gli occhi demoniaci, di ghiaccio,

l’ho spintonata contro una colonna
e, poi, le ho detto, in tono velenoso:
“Non alzo mai le mani su una donna,
perché son sempre stato rispettoso

di fronte a tutto ciò ch’è femminile
e mi trattengo da spaccarti il muso,
ma se invece di me trovavi un vile,
ti riservava certo qualche abuso! ”.

Incominciò a fissarmi in modo strano ...
S’avvicinò un gendarme incuriosito
dall’episodio alquanto rusticano
e chiese: “Questo uomo è suo marito?”.

Rispose lei: “Siam solo fidanzati,
abbiamo litigato, ma ci amiamo,
i soliti diverbi scellerati,
chiediamo scusa, adesso ce ne andiamo! ”.

Lasciai la presa e lei con mossa ardita,
si mise sottobraccio e andammo via.
Ci siam fermati al bar e lei pentita
m’ha detto: “Scusa, ... è tutta colpa mia!

Però premetto ch’è la prima volta,
io non ho mai rubato, te lo giuro! ”.
Aveva un’espressione disinvolta,
mi diede un bacio dolcemente puro

e, poi, aggiunse in modo un po’ balzano:
“Il furto ti è rimasto nel cervello!
... Ti piace tanto di tenerlo in mano?
... Rimetti il portafogli nel borsello! ”.

M’ha salutato con un sorrisetto
ed è sparita in fondo lungo il viale,
aveva un bel simpatico visetto ...
e un corpo veramente niente male!
...... ... ...
Però adesso lancio questo appello:
“Turisti, state attenti! ... In quella Piazza,
a parte il Papa,... mistico gioiello,
c’è un diavolo ... vestito da ragazza !

Nota dell'autore:

«Premetto che questa lirica è stata composta 10 anni fa quando l’atmosfera civile era di ben altra natura, visto che oggi siamo chiusi in casa e dobbiamo sottostare ai decreti del governo per questa pandemia mondiale che sta trasformando il mondo in un ospedale da campo. Di questi episodi purtroppo ne sono avvenuti spesso in Piazza San Pietro che pur sotto attenta sorveglianza sfuggono all’occhio dei sempre vigile dei gendarmi.»

 
<< Successiva
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Nuovi autori:

Autori piu' pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: