Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

2226 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

Un patto d’amore per sentirsi felici

Amore

sergio garbellini

Poesia pubblicata il 27/11/2020 | 175 letture

“Potrei essere tua madre,
non m’illudere, ti prego!
Ho sofferto nella vita,
forse è meglio che ti spiego,

perché poi se m’innamoro
mi faresti assai soffrire,
m’è successo da ragazza ...,
stavo quasi per morire!

Se mi vuoi per una volta
mi concedo in compiacenza,
poi dimentica la scena,
non crearmi sofferenza!

Tu sei giovane, sei bello,
hai trent’anni io cinquanta,
non crearti dei problemi
è una cotta sacrosanta,

lo capisco, sono donna,
può succeder nella vita,
ci si sente come attratti
da un’intensa calamita!

Ma io vivo d’esperienza,
non mi dire che mi ami,
tu sei nuovo della zona
e non so come ti chiami.

Non insistere nel dire
che ti sei innamorato,
lascia star perché l’amore
troppe volte l’ho provato

e m’ha fatto solo male,
avventure senza fine,
porto ancora dentro al cuore
un’infinità di spine!

E non dirmi che mi ami
sono donna assai matura,
forza smettila, ti prego,
ti regalo un’avventura!

E’ per questo che ti dico
se mi vuoi per una sera
son disposta accontentarti
con dolcezza assai sincera! ”

Le rispose Ludovico:
“Io mi sono innamorato
varie volte, ma ti giuro
che non ho giammai provato

questo dolce sentimento
così magico e profondo
che m’è entrato dentro al cuore
e perciò non lo nascondo.

Le ragazze son moderne
preferiscono giocare,
io invece sto cercando
una femmina da amare.

Non m’importa se tra noi
ci sta questa differenza,
non ti sto prendendo in giro,
te lo dico con coscienza.

Sono in crisi già da tempo
e ti faccio una proposta,
stiamo insieme per un mese,
poi ti chiedo la risposta.

Se starai talmente male
da patire sofferenza,
chiedo scusa e me ne vado,
ma se invece l’esperienza

t’ha lasciato un qualche cosa
che t’è entrato nelle vene,
devi dirlo apertamente
che con me sei stata bene! ”
... ... ... ...

Dopo un mese lei gli disse:
“Ti ringrazio con il cuore,
sono stata assai felice,
ho vissuto un grande amore!

Ora restami vicino
finché ti sarai stancato,
poi sei libero di andare,
perché so che m’hai amato! ”

Nota dell'autore:

«In amore non bisogna mostrare la carta d’identità, ma bisogna mostrare i sentimenti più sinceri e più profondi per dimostrare il sentimento che si prova nel profondo del cuore. Qui una donna di 50 anni si sente corteggiata da un uomo i 30 e cerca di respingere la profferta d’amore, ma quando lui le dice che la ama con sentimenti puri allora lei è costretta a cedere dietro un patto d’amore che entrambi rispetteranno alla fine del mese. Ma il risultato è stato positivo e l’amore ha dimostrato che non serve la carta d’identità per vivere l’amore.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Nuovi autori:

Autori piu' pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: