Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

2698 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

Per ritrovare il sorriso perduto

Introspezione

sergio garbellini

Poesia pubblicata il 31/12/2021 | 99 letture

I miei amici,
sinceri e forti,
ad uno ad uno
son tutti morti!

Anche i colleghi
d’un tempo andato
hanno seguito
lo stesso fato!

I miei parenti
...destino nero,
stanno dormendo
...al cimitero!

Ed i congiunti,
con gran rimpianto,
riposan tutti ...
...al camposanto!

Ormai son solo,
son vecchio e stanco,
sento la morte
sempre al mio fianco!

La sto pregando
tutte le sere,
ma non ascolta
le mie preghiere!

Che ci sto a fare
in questo mondo
che sembra sempre
più moribondo?

Schiavo del virus
da un paio d’anni
sto sopportando ...
...vari malanni!

La vita d’oggi
non è più quella
d’un tempo andato ...
...quant’era bella!

Il virus cambia
di volta in volta,
...così la gente
resta sconvolta!

Viviamo tutti
con gran disagio,
perché siam preda
del suo contagio!

Siamo coscienti
che questa vita
di giorno in giorno
è più sgradita!

Io che son solo
provo tristezza,
dentro il mio cuore
c’è l’amarezza!

La sera a letto
guardo il soffitto,
vivo i ricordi
col cuore afflitto!

La stanza è vuota,
la casa è muta,
non c’è nessuno
che mi saluta!

Penso ch’è meglio
andare in cielo
prima che giunga
qualche sfacelo!

Vorrei volare
in paradiso,
per ritrovare
il mio sorriso,

con i colleghi,
gli amici cari,
coi miei parenti
e i familiari!

Nota dell'autore:

«Purtroppo questo stato di cose per le persone sole influenzano lo stato d’animo in modo nettamente negativo, senza gioia, senza nessuno, i pensieri e le riflessioni si inseguono in un tourbillon di amarezze che schiacciano il morale sotto la cappa della tristezza, non è facile vivere da soli senza avere un dialogo, uno sguardo, un sorriso, un senso di compagnia, e allora si pensa solo ad abbandonare questo mondo dove nulla profuma di sicurezza e di positività, la gioia è una pura utopia, meglio allora togliere il disturbo.»

 
<< Successiva
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Nuovi autori:

Autori piu' pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: